COMUNICATI

 

Comunicato 22/08/2009

Molto si è scritto e detto in queste settimane sull'arrivo di Cannavaro. La posizione del gruppo Pisa è molto semplice e, visto la situazione abbastanza delicata, quasi banale ovvero libertà di espressione. Pare quasi scontato dire che la maggioranza di noi era contraria all'arrivo di Cannavaro prima ed è tuttora contraria che indossi la nostra casacca, ma anche a Pinzolo in molti erano coloro che lo acclamavano (gente che dubitiamo abbia mai messo piede in uno stadio comunque.....) senza preoccuparsi minimamente del tradimento di qualche anno prima. Il giocatore si sta prodigando molto in questi giorni nell'incontrare vari rappresentanti del tifo per provare a chiarire la sua posizione e questo glielo riconosciamo, ma quando dice che farà cambiare idea a molti con le sue prestazioni sul campo questo non ce ne frega niente. Non ce ne frega perchè lui potrà fare anche 40 partite da pallone d'oro, ma l'atteggiamento avuto durante Farsopoli non c'entra niente col campo. Mentre noi calcavamo i campi di Treviso, Arezzo, Crotone e Rimini, lui fu il primo ad andarsene trasferendosi a Madrid a giocarsi la Champions.....A questo atteggiamento di traditore si è unito il fatto che in Giugno, dopo aver già firmato con la Juve, dichiarò che “voleva andare al Napoli, ma De Laurentis non l'ha voluto”, quasi a voler dire che la Juve era stata soltanto un ripiego. Detto questo è altresì vero che la società ha investito molto nel mercato dimostrando la volontà di tornare a vincere e alimentare tensioni per un giocatore potrebbe anche risultare controproducente. Proprio per questo abbiamo deciso per una “linea morbida” ovvero lasciare la scelta ad ogni singolo individuo del gruppo. Ovviamente dalle nostre bocche non partirà mai più un coro di incitamento per lui (a meno che non faccia un gol di tacco all'Inter al 90', andando poi ad esultare in faccia ad un nostro carissimo amico che veste la maglia merdazzurra per poi andare a zittire la loro tifoseria ahahahahah) mentre chi vorrà lo fischierà e dagli altri indifferenza totale.

GRUPPO PISA 2001

Comunicato 21/08/2009

TESSERA DEL TIFOSO


CONTRO LA PIU' ANTICOSTITUZIONALE DELLE LEGGI,
CONTRO L'INFAMIA DELLA PERICOLOSITA' PRESUNTA,
CONTRO LA DIFFIDA A VITA

UNISCITI A NOI, SABATO 5 SETTEMBRE 2009 ROMA - TOR DI QUINTO ALLE ORE 10.00

PERCHE' LA TESSERA DEL TIFOSO NON DIVENTI IL PIU' DISCRIMINANTE, CLASSISTA ED
INGIUSTO ABUSO DI POTERE MAI ARRECATO, GHETTIZZANDOCI E DETERMINANDO L'ERGASTOLO
DELLA NOSTRA PASSIONE, FAVORENDO COSì GLI INTERESSI DELLE SOCIETA' CALCISTICHE E TELEVISIVE.

NON SENTIRTI ESCLUSO, IL PROSSIMO A PAGARE POTRESTI ESSERE TU!!!! LA CARTA DEL TIFOSO E' UN VINCOLO SCHIFOSO, MA L'ULTRA' NON STA' A GUARDARE PRONTO A FARSI
DIFFIDARE E SE FORSE QUESTO E' UN DANNO NON AGISCE CON L'INGANNO MA DIFENDE UN IDEALE...

BANDIERA IN MANO E SCIARPA AL COLLO URLA: AMATO, MARONI IO NON MOLLO!!!!"

SE VUOI PARTIRE CON NOI, IL RITROVO E' VENERDI SERA 4 SETTEMBRE 2009 ALLA STAZIONE DI
TORINO PORTA NUOVA ALLE ORE 20.30, SI PARTE PER ROMA CON IL TRENO DELLE 23.50 CHE FERMA A PISA CENTRALE ALLE 4.13 E SI
RITORNA IL 5 SETTEMBRE PARTENDO DA ROMA PER TORINO ALLE ORE 18.00 E ARRIVANDO A PISA ALLE 20.25

NON LASCIARE CHE LE ISTITUZIONI TI RUBINO CIO' CHE TI SPETTA DI DIRITTO: LA POSSIBILITA'
DI ESERCITARE LIBERAMENTE LA TUA FEDE E LA TUA PASSIONE!

TUTTI A ROMA - TUTTI A ROMA- TUTTI A ROMA!!!!!!!

GRUPPO PISA 2001

Comunicato 15/01/2009

Vogliamo informare tutti i ragazzi che noi non siamo una biglietteria e per l'assegnazione dei biglietti osserviamo il seguente criterio:

1)I ragazzi del gruppo

2)Gli abbonati

3)Tesserati

4)Chi viene spesso con noi

5)Tutti gli altri

Ci piacerebbe, infine, che l'entusiasmo non ci sia alle solite partite di cartello, (e per di più all'ultimo momento) ma anche in altre occasioni

Vi aspettiamo dunque più numerosi, specialmente dalla toscana, a partire dalla prossima trasferta!!!

GRUPPO PISA 2001

 

Comunicato 29/01/2008

 

Sono uscite fuori delle inesattezze riguardo la partita livorno-juventus; ovvero la nostra esposizione di bandiere con croce pisana durante la partita. Tutto questo è TOTALMENTE FALSO, come testimoniano le foto presenti nella apposita sezione. Quel simbolo non ha più nessun riferimento con il nostro gruppo come è scritto nel primo comunicato, quindi preghiamo a chi non l'avesse ancora fatto di RILEGGERLO BENE.

"Il nostro è un gesto atto a dimostrare ancora una volta il nostro reale rispetto per la tifoseria Pisana, CREDENDO ALLO STESSOMODO DI DOVERNE RICEVERE ALTRETTANTO assieme alla nostra completa indipendenza di credere nella nostra fede calcistica. Il gruppo continuerà a credere nei valori di sempre e a gridare a squarciagola il nome della propria squadra in giro per l’Italia, cosi come Voi continuerete a farlo per la vostra, nella totale estraneità di entrambi i gruppi."

 

 

Comunicato 30/11/2007

Il presente comunicato al fine di chiarire definitivamente la nostra posizione su quanto emerso recentemente nel libero forum del nostro sito. La storia del nostro gruppo è ben recensita sotto la sezione “chi siamo”, da cui si denota che il gruppo è operativo e vigente dal recente ‘01. Un gruppo composto da pochi elementi pisani e non, che come Voi persevera nel seguire la propria fede calcistica in tutti gli stadi d’Italia, andando sempre in trasferta persino quando la nostra squadra gioca in casa. Il nostro gruppo prende il nome dalla città che ha rappresentato le fondamenta dello stesso, e rappresenta uno dei tanti esempi di sezioni sparse in tutt’Italia dal nord al sud indipendentemente dalla squadra di appartenenza. Tuttora all’interno della curva il nostro gruppo ha un riconoscimento reale, che ci ripaga degli enormi sacrifici che settimanalmente compiamo per mantenerlo vivo. Il nostro gruppo ha sempre portato rispetto per la città di Pisa e la sua tifoseria. Se l’esposizione della croce pisana su alcuni nostri cappellini ( unica edizione limitata di 6 copie) può essere fraintesa come una mancanza di considerazione per il profondo significato che essa rappresenta, il presente comunicato è volto ad informare che la stessa è stata rimossa da qualsiasi sua associazione con il nostro gruppo. Il nostro è un gesto atto a dimostrare ancora una volta il nostro reale rispetto per la tifoseria Pisana, credendo allo stesso modo di doverne ricevere altrettanto assieme alla nostra completa indipendenza di credere nella nostra fede calcistica. Il gruppo continuerà a credere nei valori di sempre e a gridare a squarciagola il nome della propria squadra in giro per l’Italia, cosi come Voi continuerete a farlo per la vostra, nella totale estraneità di entrambi i gruppi.

GRUPPO PISA 2001

 

HOME